Gilberto Antonelli e Andrea Morrone – La riforma del MES: una critica economica e giuridica
Una critica al MES condotta cercando di tenere insieme teoria e applicazioni sia dal punto di vista economico sia da quello giuridico.
Gilberto Antonelli, Andrea Morrone, MES
16337
post-template-default,single,single-post,postid-16337,single-format-standard,bridge-core-2.6.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-24.6,qode-theme-bridge,qode-wpml-enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-6.5.0,vc_responsive

Gilberto Antonelli e Andrea Morrone – La riforma del MES: una critica economica e giuridica

Gilberto Antonelli e Andrea Morrone – La riforma del MES: una critica economica e giuridica

In questo scritto vorremmo fare un esperimento. Discutere del MES sia nella dimensione europea sia in quella nazionale ricorrendo agli strumenti propri delle nostre discipline di elezione. La nostra critica al MES, pertanto, sarà condotta cercando di tenere insieme teoria e applicazioni sia dal punto di vista economico sia da quello giuridico. Le due prospettive vorrebbero leggere la riforma del MES collocando il discorso in uno sfondo che non è soltanto quello degli strumenti di assistenza finanziaria alla stabilità economica macroeconomica, ma, soprattutto, quello più ampio dell’orizzonte (sociale e politico) del processo di integrazione europea.

 

SCARICA L’ARTICOLO IN PDF